Benvenuto in Corsinplast, dove le idee prendono colore!
+39 035 838676info@corsinplast.comLunedì – Venerdì 9.00 – 18.00
Galleria prodotti
Art 4 1024x713
Art 3 1024x1022
Art 1 1024x1005
VAI ALLA GALLERY
Richiedi informazioni
Produzione articoli termoplastici bergamo e brescia

Produzione articoli termoplastici bergamo e brescia

Corsinplast srl si occupa della produzione articoli termoplastici bergamo e brescia in ambito industriale, realizzando produzioni per conto terzi.

Diamo forma alla materia prima, realizzando articoli termoplastici come frontali per lavatrici, cruscotti per lavastoviglie, asciugacapelli, fono, ammortizzatori per lavatrici, manopole, spine elettriche, prese elettriche, adattatori elettrici per civile e industriale, corpi spine elettrici, corpi prese elettrici, corpi adattatori elettrici per civile e industriale, placche elettriche, cassette elettriche stagne, scatole da derivazione elettriche, manopole, mascherine per led, cruscotti per moto, contagiri per moto, paraurti anteriore e posteriore auto, bumpers laterali per auto, mostrine per auto, prese usb per auto, etc…. I Polimeri termoplastici reagiscono al calore rammollendo ed acquisendo quindi una malleabilità che ne permette la modellazione per formare prodotti finiti e successivamente, tornano ad acquisire rigidità. Vengono indicati più comunemente materiali polimerici termoplastici: Polietilene o politene (PE); polipropilene (PP); polistirene (PS); polimetilmetacrilato (PMMA); polivinilcloruro (PVC); Acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS). Alcuni polimeri termoplastici sono anche chiamati tecnopolimeri: poliammidi (PA); policarbonato (PC); monomero etilene-propilene diene (EPDM); Poliossimetilene resina acetalica (POM).


La maggior parte dei polimeri termoplastici possono essere rinforzati con cariche minerali o sintetiche, (talco, fibra di vetro, fibra di carbonio, aramidica e cariche miste etc…) sono dotati di notevole resistenza meccanica e hanno scarsa duttilità rispetto agli altri materiali polimerici; ciò vuol dire che sono materiali che si allungano poco se sottoposti a trazione e possono resistere a elevati carichi di rottura.


Realizziamo produzioni articoli termoplastici in svariati materiali come:

Polietilene (PE): é un materiale molto leggero e uno dei materiali più presenti nella nostra vita quotidiana, costituisce il 40% del volume totale della produzione mondiale di materie plastiche. Questo materiale possiede una elevata resistenza agli agenti chimici, è resistente all'acqua, a soluzioni saline, ad acidi, alcali, alcool e benzina. Per le sue proprietà di atossicità e basso assorbimento d’acqua e largamente utilizzato nel settore alimentare. E’ un materiale facilmente saldabile, ma difficile da incollare, è caratterizzato da elevata resistenza all'urto (anche a basse temperature) e basso coefficiente d'attrito con eccellenti proprietà di antiaderenza. Viene impiegato nei settori meccanico, chimico, elettrico, alimentare, etc…
Polistirene (PS o Polistirolo): caratterizzato da durezza, rigidità e trasparenza. Possiede discrete proprietà meccaniche ed è resistente a molti agenti chimici acquosi. È anche un ottimo isolante elettrico per condensatori. Può essere facilmente colorato, sia con tinte lucide sia opache. Viene usato in molti settori applicativi per le sue proprietà meccaniche ed elettriche. Nell'industria alimentare per produrre posate e piatti di plastica, involucri per le uova, barattoli per yogurt. Nell'industria manifatturiera viene impiegato ovunque serva una plastica rigida ed economica, come per i contenitori dei CD e DVD, porta targhe, modellini in plastica, arredi, etc…
Il Polipropilene (PP): è un materiale termoplastico, semicristallino, resistente e rigido, possiede elevate caratteristiche di resistenza agli agenti chimici, è saldabile e presenta un buon grado di isolamento elettrico. E’ molto resistente dal punto di vista chimico: fino a 120° c mantiene le proprie caratteristiche di resistenza in presenza di soluzioni acquose contenenti sali, acidi e alcali forti. Il polipropilene ha conosciuto un grande successo nell'industria della plastica: molti oggetti di uso comune, dagli zerbini agli scolapasta per fare alcuni esempi, sono fatti di polipropilene. Altri esempi di utilizzo del polipropilene sono: i cruscotti degli autoveicoli ed i paraurti, i tappi delle bottiglie di plastica, le custodie dei CD, le capsule del caffè, i bicchierini bianchi di plastica per il caffè.
Per l'elevata resistenza agli acidi e alcali è largamente impiegato nella realizzazione di componenti per industria chimica galvanica e petrolchimica, casalingo, giardinaggio, contenitori, etc...
La Poliammide (PA o nylon): le materie plastiche, è una delle prime ad esser stata scoperta. È un polimero con ottime caratteristiche meccaniche (trazione, compressione, ecc…) che si mantengono stabili anche ad alte temperature, e basso coefficiente d’attrito, ha un eccellente resistenza agli urti, all’usura ed all’abrasione, non varia le proprie caratteristiche anche sotto molteplici sforzi, ha una buona resistenza all’invecchiamento ed agli agenti atmosferici. E’ uno dei materiali plastici igroscopici, quindi ha un elevato assorbimento di umidità, pertanto non è indicato per applicazioni che comportino il contatto con l’acqua o quando si vogliono mantenere le stabilità dimensionali del pezzo in ambienti umidi, inoltre non viene utilizzato a contatto con alimenti. Non è materiale autoestinguente. Viene utilizzata per utensili da cucina oppure ventole di raffreddamento e coperture di radiatori, pulegge, rondelle, e in particolari nei settori elettrotecnico, elettrodomestico, abbigliamento, etc…
La Polimetilmetracrilato (PMMA): di norma è molto trasparente, più del vetro, al punto che possiede caratteristiche di comportamento assimilabili alla fibra ottica per qualità di trasparenza, e con la proprietà di essere più o meno in percentuali diverse, infrangibile a seconda della sua "mescola" resistente alla fiamma, elasticità, comportamento antistatico. Per queste caratteristiche è usato nella fabbricazione di vetri di sicurezza e articoli similari, nei presidi antinfortunistici, nell'oggettistica d'arredamento o architettonica in genere, viene utilizzato in sostituzione del vetro nella produzione di lampade, coperture trasparenti, arredi, dispositivi odontoiatrici, etc… Tra gli esempi delle sue applicazioni si annoverano i fanali posteriori delle automobili, le barriere di protezione negli stadi e le grandi finestre degli acquari, mentre uno dei maggiori mercati è il settore bagno dove viene impiegato per la realizzazione di vasche da bagno e piatti doccia.
La Polivinilcloruro (PVC): rigido, in termini applicativi, è il polimero più versatile e conosciuto, è resistente al calore, è resistente agli agenti chimici e presenta un buon grado di isolamento elettrico. Le applicazioni più rilevanti sono la produzione di tubi per edilizia (per esempio grondaie e tubi per acqua potabile), cavi elettrici, passacavi, profili per finestra, paracolpi, etc…
L’Acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS): TERMOPLASTICO E TERMOPLASTICO RINFORZATO in termini applicativi, è il polimero che presenta un basso assorbimento di umidità, si incolla e si salda bene, è verniciabile e può essere avvitato con viti auto-maschianti. Presenta buona rigidezza e tenacità a basse temperature fino a -40 °C, elevata durezza, resistenza agli urti e alle scalfiture. Ha un’ottima resistenza elettrica. E' leggero, resistente, utilizzato nell’industria per la produzione di tubi, strumenti musicali, mazze da golf, nel campo automobilistico per la formatura di cruscotti, trombe acustiche, pannelli, ecc.; negli elettrodomestici per scocche di aspirapolvere, lucidatrici, condizionatori d'aria; nell'industria del mobile; nell’edilizia trova impiego come componente di impianti idrici ed elettrici.
Logo Corsinplast

Corsinplast Srl
Via Pizzo Arera, 29
24060 - Chiuduno (BG)

Telefono: +39 035 838676
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari: Lunedì - Venerdì 9.00 – 18.00